cantautore, giornalista, scrittore

Archivio per la categoria Aprile

17 aprile 2019

Ziononno, lo sguardo torvo ed il ginocchio fibrillico, diceva: “Nel dubbio, coppe”. Ma il tempo del Tresette è tramontato, con mio dolore. Torvo, nessuna carta giocabile, guardo il nulla e penso: nel dubbio, taci.

LEGGI L'ARTICOLO

15 aprile 2019

La religione cristiana considera un peccato tutto ciò che riguarda “pensieri, parole, opere e omissioni” che siano collegati con le trasgressioni ai dieci comandamenti. Eppure, al di fuori di quelle poche regole, su molte delle quali concordo (trovo solo quella sulla proibizione a fornicare decisamente superata dai

LEGGI L'ARTICOLO

10 aprile 2019

Il governo ammette che siamo in recessione, che le misure sulle pensioni e sul sostegno della disoccupazione non faranno crescere il PIL, che bisognerà aumentare l’IVA, che le cifre vere non sono quelle che Conte, Di Maio e Salvini hanno raccontato, ma quelle che tutti avevano previsto.

LEGGI L'ARTICOLO

9 aprile 2019

Il movimento contro la globalizzazione, che oramai tanti anni fa si infranse contro la Polizia durante il massacro della Scuola Diaz di Genova, aveva partorito un dubbio, che si è dimostrato tragicamente vero. La democrazia non solo resta incompiuta: l’aumento della complessità della vita, della società e

LEGGI L'ARTICOLO

7 aprile 2019

Casa Pound, Lega Nord, Forza Nuova, Fortezza Nuova, la legge che vieta la ricostituzione del partito fascista mostra la sua inutilità. Nel quadro odierno, il PNF sarebbe un partito di centro, questi altri, specie grazie al leader Salvini, sono più a destra del fascismo. Sono forze ciniche,

LEGGI L'ARTICOLO

2 aprile 2019

Signore e signori, amiche ed amici, compagne e compagni, non dimenticate. Non vi fate confondere, distrarre, intimidire. TeleDimaio ha promesso il boom economico. Il suo lacché, Giuseppe Conti, ha promesso che il 2019 sarà un anno bellissimo. Matteo Salvini ha detto che le nuove misure salveranno l’Italia

LEGGI L'ARTICOLO

1° aprile 2019

In questi mesi di orrore, nei quali l’umanità scivola a velocità crescente nel caos, e ci governano persone che non hanno né ricette, né consapevolezza, né preparazione, né intelligenza, né empatia, né coscienza sociale, non basta più cercare di mantenere la calma e presentare risposte sensate. In

LEGGI L'ARTICOLO