La commercializzazione – Through the barricades (Spandau Ballet)

La commercializzazione
“Through the Barricades” (Spandau Ballet) – 1986

Spandau-Ballet
Il nome della band ha un’origine macabra. Il balletto di Spandau era il termine gergale con cui gli inglesi descrivevano gli spasmi dei gerarchi nazisti impiccati a Berlino, nel cortile del carcere di Spandau, dopo le condanne a morte del processo di Norimberga. Ma si tratta di una band messa insieme da due fratelli, Martin e Gary Kemp, che vengono da una famiglia alto-borghese, alle spalle scuola di musica e di teatro, prime canzoni mediocri, poco creative, poi tanta gavetta nei pub londinesi, sonando cover dei Kinks e dei Rolling Stones, fino a quando Tony Hadley diventa il cantante e la CBS comincia ad investire in produzioni importanti a costose (Trevor Horn, James Richard Burgess, infine Tony Swain e Steve Jolley, che erano i produttori di Alison Moyet, di molti degli artisti neri provenienti dalla Motown ed alla ricerca di un nuovo sound, poi gli Imagination ed alcuni brani dei Duran Duran, che come gli Spandau Ballet vengono costruiti come epigoni di una nuova scuola che verrà chiamata “dei neoromantici”. Il brano più famoso, questo dell’ultimo album prima dello scioglimento del gruppo, è stato scritto da Gary Kemp pensando ad un amico, Thomas Riley, ammazzato da un poliziotto inglese a Belfast nell’estate del 1983. Ma invece di assumere il tono di un grido politico come Sunday bloody Sunday degli U2, o “Belfast Child”, dei Simple Minds, questa canone degli Spandau Ballet diventa un’impossibile storia d’amore tra due ragazzi divisi dalla religione professata dalle loro famiglie, nella Belfast piena di miseria e terrore degli anni 80. L’industria discografica guadagna moltissimo con la commercializzazione di tantissimi gruppi simili agli Spandau Ballet, che sopravvivono (come gli Ultravox) a causa della crescita artistica dei fratelli Kemp e del loro songwriting, sicché la band ha potuto riprendere negli ultimi anni a suonare in pubblico, come i Duran Duran e gli A-ha, per i nostalgici di quel decennio in cui gli inglesi benestanti si lasciarono alle spalle gli anni cupi della Thatcher e John Major, e votarono Tony Blair ed il primo governo laburista dopo 20 anni di sofferenza. Nel Regno Unito ed in Germania, prima ancora che negli altri Paesi, la socialdemocrazia arriva al potere proprio nel momento in cui l’Unione Sovietica scompare, realizzando le controriforme che i conservatori non avevano mai avuto il coraggio (e la forza di fare). Ma questa è un’altra storia, quella dell’inverno che seguì a questo lungo autunno che stiamo descrivendo.

 

“Through the Barricades”

Mother doesn’t know where love has gone
She says it must be youth that keeps us feeling strong
See it in her face, that’s turned to ice
And when she smiles she shows the lines of sacrifice
And now I know what they’re saying when the sun begins to fade
And we made our love on wasteland and through the barricades

Father made my history
He fought for what he thought would set us somehow free
He thought me what to say in school
I learned off by heart but now that’s torn in two
And now I know what they’re saying in the music of the parade
We made our love on wasteland and through the barricades

Born on different sides of life
We feel the same and feel all of this strife
So come to me when I’m asleep
We’ll cross the line and dance upon the street
And now I know what they’re saying when the drums begin to fade
We made our love on wasteland and through the barricades

Oh, turn around and I’ll be there
There’s a scar through my heart but I’ll bare it again
I thought we were the human race
But we were just another border-line-case
And the stars reach down and tell us that there’s always one escape

I don’t know where love has gone
And in this trouble land desperation keep us strong
Fridays child is full of soul
With nothing left to lose there’s everything to go
And now I know what they’re are saying it’s a terrible beauty we’ve made
So we make our love on wasteland and through the barricades
Now I know what they’re are saying as hearts go to their graves
We made our love on wasteland and through the barricades.

(David Gates)