cantautore, giornalista, scrittore

IL BLOG

10 febbraio 2017

Un piacevole pranzo con Massimo De Cristofaro mi porta a ragionare sulla questione fondamentale: esiste una strada per una reale contro-informazione? Per proporre cosa? Con quale spazio? Con quali compagni di strada? Un’appassionata conversazione con Piero Brega mi riporta al punto in cui ero un paio d’anni

LEGGI L'ARTICOLO

9 febbraio 2017

La fine della confusione non è la chiarezza. Quella, ben nascosta, c’è sempre stata. La fine della confusione è il momento in cui si sceglie tra il panico, la disperazione o l’assenza. Leopardi, Pavese, Buzzati, non posso dire che non me lo avevate detto.

LEGGI L'ARTICOLO

8 febbraio 2017

I partiti nascono come portatori di interessi diffusi di strati della popolazione, e questo marcava le differenze. Oggi sono l’insieme di cordate portatrici di interessi particolari, spesso individuali, e questo ne annulla le differenze.

LEGGI L'ARTICOLO

7 febbraio 2017

Non serve sapere tutto di una persona, anzi. Più ne sai, oltre un certo limite, peggio è. D’accordo, magari dopo con l’affetto o la tensione sessuale si scavalcano anche siepi altissime, ma è meglio non sapere. Tutti hanno dolori e debolezze senza nome. Se diamo loro un

LEGGI L'ARTICOLO

6 febbraio 2017

Primavera del 2011. Sto scendendo i pochi metri fino al crocicchio, e sono le quattro di mattina. Non più buio, non ancora giorno. Lei mi aveva portato ad un bar, nel quale si ubriacavano annoiati oltre un centinaio di sfaccendati. Una baraonda folle. Volume altissimo. Si parla

LEGGI L'ARTICOLO

5 febbraio 2017

Donald Trump da una settimana ha in mano la valigetta con i comandi per scatenare una guerra nucleare. Ci ha provato. Non riesce ad imparare il codice a memoria. Dopo tre sbagli, il PIN si blocca. Per ora siamo salvi.

LEGGI L'ARTICOLO

4 febbraio 2017

Non riesco a non pensarci. Quando qualcosa è TROPPO evidente, o è TROPPO confusa, ho l’impressione che la mia pancia prenda una scorciatoia per la mia testa e si sostituisca al cervello, sicché ho bisogno di tempo per decantare. Sto parlando di Virginia Raggi, provo a farlo

LEGGI L'ARTICOLO

3 febbraio 2017

Tutti conoscono un vecchio adagio di Giulio Andreotti: a pensar male si commette peccato, ma ci si indovina quasi sempre. Ok. Allora l’errore è altrove, ovvero nel cercare di far ammettere, a chi mente, che lo ha fatto o lo sta facendo. Niente. Dato che quella menzogna

LEGGI L'ARTICOLO

2 febbraio 2017

Dovremmo essere agli sgoccioli. Le ore di interrogatorio subite oggi da Virginia Raggi parlano di ovvie difficoltà della stessa nel difendersi. Nel frattempo si scopre che Salvatore Romeo, uno dei collaboratori più stretti della Sindaca, avesse stipulato una polizza assicurativa a vantaggio della Signora Raggi. Non ne

LEGGI L'ARTICOLO

1° febbraio 2017

Achille Occhetto ha scritto un libro pieno di paroloni per spiegare (lui! lui!) cosa sia andato male (lui! lui!) e come potrebbe andare meglio (aiuto! aiuto!). Alla radio, in “Un giorno da pecora”, lo stanno facendo a pezzi. Pensateci bene. L’offerta di libri politici in Italia comprende

LEGGI L'ARTICOLO
Pagina 1 di 10912345...102030...Ultima »