cantautore, giornalista, scrittore

3 febbraio 2017

Tutti conoscono un vecchio adagio di Giulio Andreotti: a pensar male si commette peccato, ma ci si indovina quasi sempre. Ok. Allora l’errore è altrove, ovvero nel cercare di far ammettere, a chi mente, che lo ha fatto o lo sta facendo. Niente. Dato che quella menzogna è costitutiva della sua realtà, non può essere toccata. E adesso? O faccio finta di credere ad una bugia – che produce inefficienza. O mi arrabbio, compromettendo la relazione. Insomma, non faccio nulla, e mastico amaro. Spero solo di non fare lo stesso quando tocca a me. Moltiplicate questa follia per 50 milioni ed avrete l’Italia. Non è solo che non si possa salvarla. Nessuno lo vuole. Moltiplicate lo stesso delirio per i miliardi di abitanti di tutta la Terra, ed otterrete lo stesso risultato, Più Donald Trump, Kim Jonh Un, Tamin Bin Hamad Al Thani, e chi più ne ha più ne metta. Sicché scopro una bugia altrui, mi annoia, torno a dormire. Almeno un po’ di fantasia, cribbio…

Lascia un commento