Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/paolofus/www/blogging/wp-content/plugins/essential-grid/includes/item-skin.class.php on line 1145

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/paolofus/www/blogging/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php on line 2695

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/paolofus/www/blogging/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php on line 2699

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/paolofus/www/blogging/wp-content/plugins/revslider/includes/output.class.php on line 3581
2018 | Paolo Fusi
cantautore, giornalista, scrittore

Archivio per la categoria 2018

24 dicembre 2018

L’essere umano sa essere una belva immonda, un demonio gelido e determinato, capace di cinismo e di stupidità al di là di ciò che chiunque potrebbe ritenere possibile. Donald Trump tratta il ritiro delle truppe USA dal fronte siriano. La trattativa viene condotta con il dittatore turco,

LEGGI L'ARTICOLO

21 dicembre 2018

In sintesi il governo da un lato taglia gli investimenti e aumenta le tasse, e dall’altro con quei soldi aumenta la spesa corrente per pagare le persone affinché non lavorino (reddito di cittadinanza e quota 100). E la chiama manovra espansiva. Sì, della recessione e del debito.

LEGGI L'ARTICOLO

20 dicembre 2018

Sto ancora trattenendo il fiato, ma credo che ce l’abbiamo fatta. Almeno per quest’anno l’abbiamo scampata bella. Salvini aveva promesso che avrebbe cancellato la Legge Fornero sulle pensioni. Non l’ha fatto, la legge è ancora lì, più forte che prima (per fortuna). Il provvedimento del governo concede

LEGGI L'ARTICOLO

18 dicembre 2018

Ho controllato. Non era mai successo. Siamo a pochi giorni da Natale e non esiste una proposta di Legge di Bilancio. Sappiamo solo che il Parlamento la voterà in un colpo solo, senza dibattito parlamentare, e che probabilmente andremo in esercizio provvisorio, perché per il governo Salvini

LEGGI L'ARTICOLO

13 dicembre 2018

Scrive Davide Giacalone, e condivido pienamente: “Inutile e falso, ma buono. La procedura d’infrazione per debito eccessivo non la voleva nessuno. Sarebbe stata obbligatoria, ma nociva per tutti. Tutto stava, avevamo avvertito, a capire come evitarla. Ora lo sappiamo: con un accordo inutile, falso, ma buono. Buono

LEGGI L'ARTICOLO

8 dicembre 2018

La tentazione di dividere l’Italia tra scemi ed intelligenti diventa sempre più forte, ma va combattuta.Temo che gran parte della popolazione non percepisca le figuracce infami che, giorno dopo giorno, da Toninelli a Castelli, da Bonafede a Grillo, da Di Maio a Salvini vengono inanellate, lasciando tutti

LEGGI L'ARTICOLO

7 dicembre 2018

L’arresto di Meng Wanzhou, figlia del fondatore del colosso tecnologico Huawei, costituisce, a mio parere, una metafora medievale. La motivazione dell’arresto è incomprensibile (la si accusa, in pratica, di aver venduto componenti militarmente rilevanti della tecnologia americana in telefonini commercializzati in paesi colpiti da embargo) ed irrilevante.

LEGGI L'ARTICOLO

6 dicembre 2018

Scrive Davide Giacalone, e condivido pienamente: “Di numerini” (Di Maio op. cit.) ne hanno sparati tanti, naturalmente sempre aggiungendo che non si occupano degli zerovirgola, ma del popolo. E il popolo li segue, specie perché non saprebbe chi altro seguire. Perché queste sono le due caratteristiche del

LEGGI L'ARTICOLO

5 dicembre 2018

Ci sono donne che hanno compiuto dei gesti apparentemente piccoli e privati, e che invece, con un solo NO, hanno cambiato per sempre il corso della storia. Franca Viola è una di queste donne stupende, coraggiose, più forte dell’umiliazione, della violenza, dell’ingiuria, di una società maschilista e

LEGGI L'ARTICOLO

4 dicembre 2018

Non riesco più a gestire, in nessun modo, la velocità con cui Matteo Salvini, Giggino Di Maio ed i loro accoliti distruggano tutto ciò che in Italia funzionava e continuino a “venderci” i disastri come colpa altrui o grandi successi. Dimentichiamoci la storia penosa della famiglia Di

LEGGI L'ARTICOLO